Tendenze alimentari 2018: cosa mangeremo o cosa ci faranno mangiare

tendenze alimentari 2018

Anno Nuovo, alimenti nuovi: cosa mangeremo o cosa ci faranno mangiare nel 2018

Mentre cercavo di creare un calendario editoriale con ricette sempre nuove e attuali, mi sono messa a cercare nel web articoli che parlassero delle tendenze alimentari per il 2018.

Tra le tendenze alimentari del 2017 (e che ci porteremo nel 2018) c’è il kit pasto (o meals kit), valida alternativa al ristorante e che sta aiutando a ricreare un rapporto diretto tra il cibo e le persone visto che, siamo quello che mangiamo. Si tratta di kit di ingredienti selezionati pronti per essere assemblati e cotti, corredati di indicazioni di cottura.
In Italia troviamo quelli di Quomi e pare proprio che ci faranno compagnia anche nel 2018 e sarei veramente curiosa di provarli.

Ma ecco le tendenze alimentari che questo 2018 ha in serbo per tutti noi

In un articolo di Food ho trovato le quattro principali tendenze alimentari che ci faranno compagnia in questo nuovo anno.

Confesso che mi aspettavo di trovare novità a base di insetti ma, per fortuna, dovremo aspettare ancora qualche anno. 😉

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Pandoro + Crema al Mascarpone = Pandoramisù

pandoramisu

Per la serie la dieta la cominciamo il 2 gennaio anzi, meglio ancora, l’8 direttamente…

Cosa succede quando metti insieme il pandoro e la crema al mascarpone? Nasce il PANDORAMISU!

Come vi avevo promesso nell’articolo del crumble di panettone, pere e cannella, ho pensato anche a una ricetta dedicata agli amanti del pandoro.

Prima di cominciare però, sono necessarie due doverose premesse, vale a dire due fondamentali caratteristiche che dovete avere per sopravvivere a questo dolce:

  1. bisogna essere dei veri amanti del pandoro, di quelli che lo usano per fare la “scarpetta” nella crema al mascarpone, nella mostarda o lo usano al posto del pane quando mangiano “pane e cioccolata”;
  2. il livello di tolleranza allo zucchero dovrà essere davvero altissimo, visto che si tratta di strati di crema al mascarpone intervallati da pandoro ammorbidito con una bagna alcolica e zuccherina a base di arancia e rum.

Come servire il pandoramisù?

Il pandoramisù può essere servito in bicchieri, come ho fatto io, intervallando pezzi di pandoro e crema al mascarpone, terminando con la classica spolverata di cacao.

Se invece volete stupire i vostri ospiti vi consiglio di usare dei mini pandori (del peso di circa 80g) che si trovano facilmente nei supermercati ben forniti. Tagliateli in quattro fette per il largo e “rimontateli” intervallando crema al mascarpone e fetta di pandoro. Spolverizzate a piacere con zucchero a velo o cacao amaro. Questa operazione andrà fatta prima di servirli.

Se optate per la preparazione nel bicchiere, avanzerete vari ritagli di pandoro. Ma niente paura ho la soluzione anche per questo. Prendete i ritagli, metteteli in un sacchetto, aggiungete dello zucchero a velo e sbattete bene. E voilà, la colazione per i giorni a venire è servita.

Come ci siamo detti all’inizio, la dieta la cominciamo l’8 gennaio! 😉

Fatemi sapere se avete preparato il pandoramisù e se vi è piaciuto… Se vi va, scattate una foto e condividetela su Instagram o su Facebook con l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Buon appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Ravioli al radicchio

ravioli al radicchio

Tra le cose che preferisco preparare in cucina c’è decisamente la pasta fresca. Tagliatelle e lasagne danno molta soddisfazione, ma la pasta ripiena ancora di più. Negli anni ho preparato varie declinazioni di tortelli e tortellini, ma i ravioli al radicchio sono quelli che preparo più spesso.

I ravioli al radicchio che preparo sono uno scrigno di pasta all’uovo sottilissima che racchiude al suo interno un cuore a base di ricotta, radicchio e parmigiano. Solo dopo la cottura verranno conditi con del burro fuso e spolverati di parmigiano a piacere.

Questi ravioli, ma più in generale la pasta ripiena, sono uno di quei piatti che io definisco “della domenica”, perché è in questa giornata che normalmente si ha più tempo da dedicare alla cucina. Sono anche un piatto da preparare in compagnia, spartendo uniformemente i compiti: c’è chi si occupa del ripieno, chi della pasta e poi tutti insieme si montano i ravioli.

In un occasione particolare mi è capitato di preparare più di 100 ravioli. Era bellissimo vedere la distesa di ravioli sul tavolo…

ravioli al radicchio

I ravioli sono anche un ottimo piatto unico. Basterà aggiungere un contorno veloce, una buona bottiglia di vino e il pranzo o la cena saranno serviti.

Fatemi sapere se avete preparato i ravioli al radicchio e se vi sono piaciuti… Se vi va, scattate una foto e condividetela su Instagram o su Facebook con l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Buon appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Biscotti Speziati

biscotti-speziati

Ultimo appuntamento, per quest’anno, con “Il Natale del Tegamino”.

Ho cominciato con delle dolci decorazioni per l’albero di Natale, ho proseguito con una bevanda calda da condividere con amici e parenti e ho pensato a dei biscotti perfetti come idea regalo per Natale. La settimana scorsa invece ho proposto un dolce per concludere le cene in compagnia.

Insomma… Concludendo, ho cominciato con dei biscotti e termino con dei biscotti: i biscotti speziati.
Ho ripreso la ricetta dei biscotti da appendere all’albero e ho aggiunto le mie spezie preferite: vaniglia, zenzero, cannella, chiodi di garofano e noce moscata.

biscotti speziati

Oltre ad essere tutte dolci, le ricette che ho creato per questo Natale hanno un filo conduttore che le unisce tutte: la condivisione. Per me Natale significa dolcezza e la dolcezza va condivisa.

Con questa ricetta termino il primo Natale del mio blog, ma in generale chiudo un anno all’insegna delle prime volte, delle novità e dei cambiamenti. È stato un anno ricco di emozioni che mi ha lasciata decisamente provata: mai come quest’anno ho avuto bisogno di dolci e biscotti speziati e di condivisione.

Quindi, preparate i biscotti speziati e condivideteli con chi amate!

Fatemi sapere se avete preparato i biscotti speziati e se vi sono piaciuti… Se vi va, scattate una foto e condividetela su Instagram o su Facebook con gli hashtag #IlNataleDelTegamino o le #LeRicetteDelTegamino.

Buone Feste a Tutti! 😃

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Sua maestà il polpettone

polpettone

Il polpettone è un piatto che arriva dalla tradizione, una ricetta anti spreco che i nostri nonni hanno preparato e mangiato, come la polenta fritta.

La ricetta di oggi viene dal ricettario di famiglia. Si tratta del polpettone che prepara mio padre e prima di lui lo preparava mia nonna.

Le ricette della tradizione hanno una cosa in comune: le dosi non sono mai esatte!
Grammi e millilitri vengono sostituiti da “circa”, “qualche cucchiaio”, “al bisogno”, “qualche manciata”. Non è quindi stato facile riuscire a pesare tutto per poter rendere pubblicabile questa ricetta.

La ricetta è quella della nonna paterna e quindi ho chiesto a mio padre di pesare tutto quello che usava mentre lo preparava. E non è stato semplice… 🙂
Non è colpa di nessuno se le quantità non erano precise. La ricetta del polpettone viene tramandata di madre in figlio e ha subìto continue variazioni in base agli ingredienti disponibili.

Il polpettone è un’ottima ricetta anti spreco

Nel nord Italia per Natale si prepara spesso il brodo con i tortellini e poi si mangia la carne bollita. Proprio quest’ultima avanza spesso dopo il pranzo e uno dei modi per non sprecarla è preparare il polpettone.

Può essere accompagnato da patate lesse, da insalata o da una teglia di verdure al forno.

Fatemi sapere se avete preparato il mio polpettone e se vi è piaciuto… Se vi va, scattate una foto e condividetela su Instagram o su Facebook con l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Buon appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post