L’alternativa vegetale al ragù di carne: il ragù vegano

ragù vegano

Eh sì, il ragù vegano esiste e non ha niente da invidiare al suo celebre fratello. Il ragù di carne è sicuramente il re delle tavole in Italia, ma l’alternativa vegetale può essere una valida alternativa per alleggerire un pasto, soprattutto con l’avvento della stagione calda.

Il mio compagno (e anche io un pochino) era molto scettico. Sentendolo nominare l’abbinata ragù e vegano ha alzato un sopracciglio come fa abitualmente quando sente qualcosa che non lo convince. Mettendo da parte i pregiudizzi, ha assaggiato il ragù vegano e, dopo la prima forchettata, con sguardo sorpreso di approvazione, ha sentenziato che era buono.

Ragù vegano: soia al posto della carne macinata

Non spenderò parole per dire che il ragù vegano è uguale a quello normale, ma merita comunque una possibilità. La carne macinata viene sostituita con il macinato di soia, vale a dire farina di soia ristrutturata e ridotta in piccoli pezzetti. L’alta concentrazione di proteine presente nella soia (circa 43 g per 100 g di macinato) la rende un perfetto sostituto vegetale della carne.

Un altro vantaggio del macinato di soia che ho usato è che, in cottura, assorbirà buona parte dell’acqua che rilasciano le verdure durante la cottura.

Il ragù vegano è anche una ricetta anti spreco e svuota frigo

Per preparare questo ragù ho usato le verdure che avevo nel frigo. Non so se capita anche a voi, ma spesso mi trovo con una melanzana, una zucchina, una carota, ecc ecc Tutti questi avanzi, presi singolarmente non si trasformeranno di certo in un pasto, ma tutti insieme possono trasformarsi in ragù vegano, verdure per la pasta fredda o un contorno da cuocere al forno. Questa ultima possibilità da riservare a giornate più miti o dopo un bel rinfrescante temporale estivo.

Fatemi sapere se preferite il ragù vegano o quello tradizionale. Se vi va, scattate una foto e condividetela su  Instagram, su  Facebook o con un  cinguettio su Twitter usando l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Oppure lasciate un commento qui sotto con la vostra ricetta!

Buon Appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Sta arrivando l’estate: pasta fredda alle verdure

pasta fredda

La pasta fredda è un piatto tipicamente estivo perfetto per la pausa pranzo in ufficio e anche per quando le giornate diventano caldissime. Ci sono delle volte che solo l’idea di accendere i fornelli per più di 20 minuti mi fa iniziare a sudare e mi fa passare la voglia di preparare qualcosa di diverso da prosciutto e melone o da una caprese.

Da brava italiana sono una mangiatrice compulsiva di pasta tutto l’anno, anche se so che dovrei mangiarne decisamente di meno. Io sono della filosofia che si vive una volta sola, quindi perché privarmi di questo piacere? Così, alla classica pasta di grano duro, alterno quella integrale e quella di farro. Ogni tanto mi piace anche mangiare quella fatta con la quinoa o l’amaranto. Vi consiglio anche di provare quella a base di farina di piselli. Queste ultime tre sono senza glutine e quindi più leggere da digerire.

Proprio perché il caldo inizia a farsi sentire, mi piace preparare la pasta fredda con delle verdure di stagione saltate in padella aggiungendo poi dei pomodorini e del formaggio per renderla più saporita.

Per concludere, quando mi metto a scrivere articoli e ricette che richiamano il sole e il caldo, fuori si scatena l’apocalisse con temporali, vento e aria fredda. Un po’ come era successo con il primo giorno di primavera. In questo momento il vento sta letteralmente sradicando gli alberi del parco che ho sotto casa…

Fatemi sapere se anche voi preparate la pasta fredda con le verdure. Se vi va, scattate una foto e condividetela su  Instagram, su  Facebook o con un  cinguettio su Twitter usando l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Buon Appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Spaghetti al pomodoro

spaghetti al pomodoro

Oggi è la Giornata Mondiale della Pasta (all’inglese World Pasta Day) che, giunta alla sua 19esima edizione, ha come sfida “un piatto di pasta per sfamare il pianeta“. Quest’anno il piatto di pasta è rappresentato dagli spaghetti al pomodoro.

Da una recente indagine, si è scoperto che ogni anno vengono prodotte circa 14,3 tonnellate di pasta, dato in costante aumento. La maggior parte della produzione continua ad essere in Italia. Quale migliore occasione per scoprire i segreti dell’alimento principe della dieta mediterranea e che il mondo ci invidia?

Trovo che la Giornata Mondiale della Pasta sia inoltre un’ottima occasione per promuovere l’educazione alimentare tra bambini e ragazzi, mostrando cosa c’è dietro agli spaghetti al pomodoro che spesso mangiano a pranzo, a scuola, o a cena, in famiglia.

Molte sono le manifestazioni organizzate in onore di questa giornata. Alcuni pastifici associati AIDEPI (Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane) apriranno le porte al pubblico per dare la possibilità ai consumatori (grandi e piccoli) di vedere come viene fatta la pasta che siamo abituati a trovare nelle scatole.

Tuttavia, vivendo nell’era del digitale, è stata organizzata anche una grande spaghettata virtuale su Twitter che si terrà tra le 12:00 e le 14:00 di oggi, ora italiana. Quale migliore occasione per condividere la mia ricetta degli spaghetti al pomodoro?

Chiaramente non mancano le polemiche intorno a questo evento e ad alcuni dei suoi organizzatori, ma direi di lasciarle al altri.
Godiamoci semplicemente questa giornata per celebrare il made in Italy nel mondo! 🙂

I miei spaghetti al pomodoro

La mia versione di questo piatto sono degli spaghettoni di grano duro con salsa di pomodoro al basilico e pomodorini datterini confit.

Per me gli spaghetti al pomodoro sono anche un comfort food da preparare quando sono sola in casa e non ho voglia di passare tanto tempo davanti ai fornelli (datterini confit esclusi); un po’ come la vellutata di zucca e patate. Inoltre gli spaghetti al pomodoro sono un salva cena e un piatto che mette d’accordo proprio tutti (vegetariani e vegani compresi).

Cosa aspettate? Unitevi anche voi alla spaghettata virtuale su Twitter, condividendo la vostra versione degli spaghetti al pomodoro!

Fatemi sapere se avete provato i miei spaghetti al pomodoro e se vi sono piaciuti… Se vi va, scattate una foto e condividetela su Twitter per la spaghettata virtuale, ma anche su Instagram o su Facebook con gl’hashtag #WorldPastaDay, #Spaghetti#LeRicetteDelTegamino.

Buon appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post