Vellutata di carciofi

vellutata di carciofi

Avevo dichiarato che avrei cominciato la dieta solo l’8 gennaio ma chi ben comincia è a metà dell’opera.
C’è sempre tempo per fare un po’ di dieta detox (in italiano sarebbe “detossinarsi”, ma non suona bene come la traduzione inglese).

Fare un po’ di detox non significa rinunciare al piacere della tavola. Significa semplicemente fare più attenzione a quello che mangiamo, evitando i dolci, limitando i carboidrati, diminuendo la quantità di carne che mangiamo. In fondo al nostro cuore (e anche al nostro stomaco!), lo sappiamo tutti: durante queste feste abbiamo fatto il pieno per tutto l’anno! Non ci piace ammetterlo, ma è proprio così!

Dunque è arrivato il momento di prediligere insalate ricche, vellutate con verdure di stagione e verdure cotte al forno.
In questi periodo, oltre a mangiare in maniera più sana, cerco di bere 2 o 3 tazze al giorno di infusi detossinanti a base di finocchio e liquirizia. Uno dei miei preferiti è quello di YogiTea, che abbina alle piante anche delle spezie come zenzero, anice, bacche di ginepro, pepe nero, chiodi di garofano e curcuma.

Non bisogna però dimenticare che esiste anche un ortaggio che ha moltissime proprietà benefiche, ma soprattutto detossinanti, vale a dire il carciofo.
Il carciofo questo sconosciuto, è in realtà il fiore della pianta, anche se il suo colore verde scuro potrebbe trarre in inganno. I suoi petali sono duri e coriacei per nascondere un cuore morbido e saporito.

E allora perché non preparare una vellutata di carciofi?

vellutata di carciofi

Come tutte le mie vellutate è facilissima da preparare. Ma vi dirò di più: quando avrete finito di mangiarla, bevete un bel sorso d’acqua fresca e la dolcezza del carciofo si presenterà in tutta la sua bontà.

Fatemi sapere se avete preparato la vellutata di carciofi e se vi è piaciuta… Se vi va, scattate una foto e condividetela su Instagram o su Facebook con l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Buon appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Vellutata di zucchine e patate

vellutata di zucchine e patate

Quando le giornate iniziano ad accorciarsi, le foglie cadono dagli alberi, la nebbia e la foschia ci accompagnano dalla mattina alla sera, vuol dire che l’autunno è ufficialmente arrivato. Così ho sempre più voglia di mangiare qualcosa di caldo e avvolgente, come una vellutata di zucchine e patate.

La base di partenza della vellutata di zucchine e patate è la stessa di quella con la zucca e le patate. Basterà del brodo vegetale, delle patate, sostituendo le zucchine alla zucca.

Vellutata di zucchine e patate in pentola a pressione

Una mia lettrice ha provato a fare la vellutata di zucca e patate con la pentola a pressione, ed è stata così gentile da dirmi come ha fatto. Ho deciso di riportare la sua esperienza da usare anche per la vellutata di zucchine e patate.

Lei ha usato un litro di brodo vegetale (al posto di mezzo) e l’ha cotta per 20 minuti in pentola a pressione prima di frullare.

Fatemi sapere se avete provato la mia vellutata di zucchine e patate e se vi è piaciuta… Se vi va, scattate una foto e condividetela su Instagram o su Facebook con l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Buon appetito! 😃

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Vellutata di zucca e patate

vellutata di zucca e patate

Prendete una giornata che non si è rivelata il massimo, una di quelle in cui avete avuto a che fare con persone non in linea con i vostri gusti (per dirla in modo elegante!); oppure, una di quelle giornate in cui siete stati sommersi e travolti da contrattempi e imprevisti.

Partendo da una situazione del genere, solo l’idea di preparare la cena non vi fa fare i salti di gioia, anzi. Non vi siete ancora sfilati scarpe e cappotto che i vostri occhi iniziano a girare per la casa, alla ricerca del menù della pizzeria per asporto, quella spiaggia sicura che vi consegna la cena in meno di un’ora.

Ci sono delle volte però che prendere la pizza per asporto (l’ennesima del mese, magari!), vi riempie il cuore di sensi di colpa, che si aggiungono alla già difficile giornata che portate sulle spalle.

Tutti quei carboidrati, non digerisco bene i latticini, dovrei prenderla senza mozzarella, la pizza di sera è pesante, chissà da dove prendono gli ingredienti…

Adesso vi darò una ricetta velocissima da preparare che vi darà la possibilità di mangiare qualcosa di sano e genuino, in grado di rasserenare cuore e testa. Si tratta della vellutata di zucca e patate, che potrete arricchire con dei crostini profumati alla salvia.

Parliamo quindi di comfort food

Questa vellutata, per me, fa parte di quella categoria di piatti che si chiamano comfort food, vale a dire delle ricette consolatorie per rasserenare una pausa pranzo o chiudere una lunga giornata. Questi cibi sono fatti non solo per togliere la fame, ma anche per ristorare l’anima e riportare il cuore al suo status di naturale tranquillità, permettendogli di mandare avanti la nostra vita con la quiete che si merita e di cui ha bisogno.

Il comfort food deve essere anche qualcosa di veloce, fatto delle cose che ci piacciono di più, niente preparazioni complicate, da grande chef o con cotture da sorvegliare attentamente. Di solito basta una pentola capiente, degli ingredienti sani e genuini (e perché no? Anche a km 0) e, nel caso della vellutata di zucca e patate, un frullatore a immersione.

Prima di mettervi a cucinare, vi consiglio di seguire questo rituale

Toglietevi le scarpe e il cappotto, sedetevi sul divano e rispondete agli ultimi messaggi ricevuti, fate le chiamate che dovete fare. A questo punto dimenticatevi di WhatsApp e dei mille gruppi in cui siete, delle mail a cui non avete risposto e di tutti i social media a cui siete iscritti. Prendetevi qualche ora per fare quello che va di moda chiamare digital detox.

Prendetevi il vostro tempo, mettendo della musica rilassante di sottofondo. Fate una bella doccia calda, mettete qualcosa di comodo.

A questo punto potete andare in cucina e preparare la vellutata di zucca e patate

La cucina per me è il posto in cui riesco a mettermi al riparo dalla routine e a sfuggire dalla monotonia. Quando sono in cucina mi dimentico dell’orologio e di quello che mi sta intorno. Ci passo le ore senza accorgermi che il tempo scorre. Concentratevi solo sul curare le verdure, dosare l’acqua, preparare il brodo.

Quando la vostra vellutata di zucca e patate sarà pronta, versatela su una bella scodella o sul vostro piatto preferito, un bel filo d’olio extra vergine di oliva a crudo, sedetevi sul divano e gustatevela davanti a un episodio della vostra serie TV preferita o leggete quel libro che da troppo tempo dovete finire.

Ah già, e non dimenticate i crostini profumati alla salvia, per dare un pizzico di croccantezza, a contrasto con la cremosità della vellutata.

Se non avete un libro da leggere e ne state cercando uno, vi consiglio Bread, Wine, Chocolate. La lenta scomparsa dei cibi che più amiamo di Simran Sethi, un viaggio attraverso gli alimenti che più amiamo e che rischiamo di lasciarci sfuggire a causa della perdita della biodiversità.

Fatemi sapere se avete provato la vellutata di zucca e patate e se vi è piaciuta… Se vi va, scattate una foto e condividetela sui social con l’hashtag #LeRicetteDelTegamino

Buon appetito! 😃

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post