L’alternativa vegetale al ragù di carne: il ragù vegano

ragù vegano

Eh sì, il ragù vegano esiste e non ha niente da invidiare al suo celebre fratello. Il ragù di carne è sicuramente il re delle tavole in Italia, ma l’alternativa vegetale può essere una valida alternativa per alleggerire un pasto, soprattutto con l’avvento della stagione calda.

Il mio compagno (e anche io un pochino) era molto scettico. Sentendolo nominare l’abbinata ragù e vegano ha alzato un sopracciglio come fa abitualmente quando sente qualcosa che non lo convince. Mettendo da parte i pregiudizzi, ha assaggiato il ragù vegano e, dopo la prima forchettata, con sguardo sorpreso di approvazione, ha sentenziato che era buono.

Ragù vegano: soia al posto della carne macinata

Non spenderò parole per dire che il ragù vegano è uguale a quello normale, ma merita comunque una possibilità. La carne macinata viene sostituita con il macinato di soia, vale a dire farina di soia ristrutturata e ridotta in piccoli pezzetti. L’alta concentrazione di proteine presente nella soia (circa 43 g per 100 g di macinato) la rende un perfetto sostituto vegetale della carne.

Un altro vantaggio del macinato di soia che ho usato è che, in cottura, assorbirà buona parte dell’acqua che rilasciano le verdure durante la cottura.

Il ragù vegano è anche una ricetta anti spreco e svuota frigo

Per preparare questo ragù ho usato le verdure che avevo nel frigo. Non so se capita anche a voi, ma spesso mi trovo con una melanzana, una zucchina, una carota, ecc ecc Tutti questi avanzi, presi singolarmente non si trasformeranno di certo in un pasto, ma tutti insieme possono trasformarsi in ragù vegano, verdure per la pasta fredda o un contorno da cuocere al forno. Questa ultima possibilità da riservare a giornate più miti o dopo un bel rinfrescante temporale estivo.

Fatemi sapere se preferite il ragù vegano o quello tradizionale. Se vi va, scattate una foto e condividetela su  Instagram, su  Facebook o con un  cinguettio su Twitter usando l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Oppure lasciate un commento qui sotto con la vostra ricetta!

Buon Appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Sta arrivando l’estate: pasta fredda alle verdure

pasta fredda

La pasta fredda è un piatto tipicamente estivo perfetto per la pausa pranzo in ufficio e anche per quando le giornate diventano caldissime. Ci sono delle volte che solo l’idea di accendere i fornelli per più di 20 minuti mi fa iniziare a sudare e mi fa passare la voglia di preparare qualcosa di diverso da prosciutto e melone o da una caprese.

Da brava italiana sono una mangiatrice compulsiva di pasta tutto l’anno, anche se so che dovrei mangiarne decisamente di meno. Io sono della filosofia che si vive una volta sola, quindi perché privarmi di questo piacere? Così, alla classica pasta di grano duro, alterno quella integrale e quella di farro. Ogni tanto mi piace anche mangiare quella fatta con la quinoa o l’amaranto. Vi consiglio anche di provare quella a base di farina di piselli. Queste ultime tre sono senza glutine e quindi più leggere da digerire.

Proprio perché il caldo inizia a farsi sentire, mi piace preparare la pasta fredda con delle verdure di stagione saltate in padella aggiungendo poi dei pomodorini e del formaggio per renderla più saporita.

Per concludere, quando mi metto a scrivere articoli e ricette che richiamano il sole e il caldo, fuori si scatena l’apocalisse con temporali, vento e aria fredda. Un po’ come era successo con il primo giorno di primavera. In questo momento il vento sta letteralmente sradicando gli alberi del parco che ho sotto casa…

Fatemi sapere se anche voi preparate la pasta fredda con le verdure. Se vi va, scattate una foto e condividetela su  Instagram, su  Facebook o con un  cinguettio su Twitter usando l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Buon Appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Zucchine ripiene di risotto allo zafferano

zucchine ripiene

Le zucchine ripiene vengono spesso mangiate ripiene di carne, oppure di mousse al tonno o al prosciutto. Le zucchine infatti, grazie al loro gusto neutro, si prestano facilmente per varie ricette, da quelle salate a quelle dolci.

Zucchine ripiene come contenitore per il risotto

Nella ricetta di oggi ho pensato di usarle come piatto (o contenitore) alternativo per il risotto allo zafferano e, sempre con un occhio attento al Pianeta, ho fatto in modo di usare praticamente tutte le parti delle zucchine, tranne il  picciolo.

Spero che tra i miei lettori ci sia qualche appassionato di Harry Potter perché, guardando questo piatto, mi sono venuti in mente i calderoni dell’aula di pozioni di Hogwarts… Ditemi che non sono sola! 🙂

Fatemi sapere se avete provato le zucchine ripiene di risotto allo zafferano… Se vi va, scattate una foto e condividetela sui social usando l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Buon appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Torta salata con zucchine e carote

torta salata con zucchine e carote

La torta salata con zucchine e carote è un #SalvaCena perché in poco tempo e con ingredienti semplici sarete in grado di mettere in tavola una cena con la “C” maiuscola.

Sicuramente un piatto di pasta vi salverà in caso di una cena solitaria sul divano, ma non è sufficiente se il pranzo è misero o se avete qualcuno a cena.
Se come me vi capita spesso di tornare a casa tardi la sera e non sapete cosa mettere in tavola, ma anche se avete ospiti dell’ultimo minuto, vi consiglio di tenere nel frigo un rotolo di pasta sfoglia, delle uova, della ricotta e della verdura fresca di stagione. Per le torte salate sono perfetti anche gli spinaci surgelati.

Un ottimo mix di ingredienti è una torta salata con zucchine e carote. Bastano infatti pochi e semplici ingredienti per prepararla: un rotolo di pasta brisée (o sfoglia), del parmigiano, della ricotta, delle uova, zucchine, carote, sale e pepe…
E se non avete della verdura per il ripieno, anche solo ricotta, uova, parmigiano, sale e pepe saranno sufficienti.

Come contorno potete abbinare dell’insalata o della verdura bollita o al forno e la cena è salva e servita, accontentando anche l’ospite più esigente.

Nella mia ricetta ho usato della pasta brisée fatta in casa che avevo nel congelatore. Quando ho un po’ di tempo libero, preparo la pasta brisée, la divido in panetti e la metto in congelatore. Così sarà sempre pronta all’uso. In particolare la ricetta che ho usato è quella di Luca Perego del blog LuCake che illustra anche tutti i passaggi per prepararla.

Per preparare la torta salata con zucchine e carote potete sostituire la brisée fatta in casa con quella già pronta che trovate nel banco frigo o con della pasta sfoglia.

Fatemi sapere se avete preparato la torta salata con zucchine e ricotta e se vi è piaciuta… Se vi va, scattate una foto e condividetela su  Instagram, su  Facebook o con un  cinguettio su Twitter usando l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Buon appetito! 😃

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post

Verdure al forno

verdure al forno

Mi capitava spesso (troppo spesso) di avere nel frigo delle verdure che per mancanza di tempo non riuscivo a cucinare. Per non sprecarle, mi sono messa a pensare a un modo per cucinarle e/o conservarle.

Una delle soluzioni che avevo trovato era quella di lavarle, curarle, tagliarle e congelarle, pronte all’uso in caso di necessità, ma (eh sì c’è un ma!)… Il mio congelatore è proporzionato alla grandezza della mia cucina quindi, ha una capienza decisamente limitata e in poco tempo non ci stava più niente.

Una sera, mentre le preparavo per metterle nel solito congelatore troppo piccolo, ho avuto un’idea. Non è l’idea del secolo ovviamente, ma si è rivelata un’ottima soluzione in termini di spreco, di tempo e di cosa mettere in tavola per cena.

Inoltre potete trovare altre idee anti spreco nel mio blog, come la polenta fritta e i crostini per arricchire zuppe, minestre e insalate.

Nascono così le verdure al forno da condire e insaporire con gli aromi o le spezie che preferite.

Ma cos’hanno di speciale le verdure al forno?

Per prepararle, taglio tutte le verdure che mi sono avanzate nel frigo: sedato e carote ci sono sempre, poi aggiungo patate, zucchine e tutto quello che trovo. Una volta ho messo anche un finocchio e dei broccoli.

Più o meno vengono tagliate tutte della stessa dimensione, in modo che cuocendosi abbiano consistenze diverse. Le carote rimarranno sode e croccanti, i peperoni tenderanno a sciogliersi come le zucchine, le patate assorbiranno gli aromi e il gusto delle altre verdure e l’aglio darà quel profumo inconfondibile che unirà tutti i sapori.

Un’altra prova ben riuscita è stata aggiungere dei pomodori secchi tagliati a striscioline che avevo precedentemente ammollato nell’acqua tiepida. Li ho aggiunti a metà cottura in modo che non si sciogliessero totalmente. L’aggiunta dei pomodori secchi aiuterà a dare salinità alle verdure al forno, donando un inconfondibile tocco di rosso.

Fatemi sapere se avete preparato le verdure al forno e se vi sono piaciute… Se vi va, scattate una foto e condividetela su Instagram o su Facebook con l’hashtag #LeRicetteDelTegamino.

Buon appetito! 🙂

Clicca per leggere la ricetta o il resto del post